La carica dei 101 (versione breve)

Tutto comincia un giorno al parco… Pongo, un simpatico cane dalmata, si è preso una cotta per Peggy, una cagnolina dall’aria raffinata. E per far colpo su di lei costringe il suo padrone, un musicista di nome Rudy, a far conoscenza con Anita, la padrona di Peggy. “Costringe” è proprio la parola giusta, visto che Pongo corre intorno ai due giovani, attorcigliando il suo guinzaglio intorno alle loro gambe!

È un abbraccio inatteso e romantico…

Così, scocca un colpo di fulmine. Anzi, due: Peggy si innamora di Pongo. E Anita si innamora di Rudy, tanto che ben presto i due si sposano. E poco dopo il matrimonio una buona notizia rallegra tutta la famiglia: Peggy aspetta dei cuccioli.

È un giorno di grande allegria, quando nascono quindici piccoli dalmata! Ma Crudelia De Mon, una vecchia compagna di scuola di Anita, rovina la festa. Vuole assolutamente comprare i cuccioli, pagandoli anche il doppio del loro valore. Anita però non ne vuole sapere e quando Crudelia capisce che non potrà mai averli, si infuria:

“Mi vendicherò!” urla. “Ve ne pentirete!”

Purtroppo Crudelia mantiene la promessa e qualche tempo dopo manda due suoi aiutanti, Gaspare ed Orazio, a rapire i cagnolini. I due approfittano dell’assenza di Rudy e Anita per entrare in casa con una scusa. E dopo aver messo fuori combattimento la governante, Nilla, portano via i piccoli.

È un duro colpo, per la famiglia! Rudy e Anita cominciano immediatamente le ricerche, ma è Pongo ad avere l’idea migliore: abbaia più forte che può, per farsi sentire da tutti i cani della città. E abbaiando racconta quello che è successo. È così che i cani comunicano tra loro, con il Telegrafo del Crepuscolo… Di cortile in cortile, di strada in strada, il messaggio esce dalla città e arriva in campagna. Dove arriva a Colonnello, un coraggioso cane pastore inglese che decide di indagare sul caso dei piccoli scomparsi.

Con l’aiuto di un gatto, il Sergente Tibs, Colonnello scopre che Crudelia ha rapito molti altri cuccioli dalmata, oltre ai quindici piccoli di Peggy e Pongo. In tutto sono novantanove, chiusi nella villa di campagna della malvagia signora. Perché li ha catturati? Per farne delle pellicce! Bisogna assolutamente salvarli… Sergente Tibs cerca di farli uscire tutti e novantanove dalla loro prigione.

Ma è solo con l’aiuto di Pongo e Peggy che i piccoli riescono a fuggire dalla villa:

già, papà e mamma sono arrivati di corsa dalla città, dopo essere stati avvisati che i cuccioli sono stati ritrovati.

Ah, ma Crudelia non ha nessuna intenzione di arrendersi! Vuole quei cuccioli a tutti  i costi e si getta subito all’inseguimento. Stanchi di fuggire tra la neve e il gelo, quella notte i cani trovano rifugio in una stalla dove alcune mucche generose sfamano i piccoli con il loro latte. Purtroppo all’alba Crudelia è già sulle loro tracce e l’unico rifugio sembra essere un vecchio magazzino disabitato. Pongo e Peggy ci fanno entrare i cuccioli, anche se sono preoccupati. Perché ormai Crudelia è vicina, vicinissima! I piccoli, però, trovano sempre il modo di divertirsi: dentro il magazzino c’è un camino e nel camino c’è un mucchio di cenere. I cuccioli ci si rotolano dentro felici… sporcandosi tutti di nero.

E questo dà a Pongo una splendida idea: dopo un bel tuffo nella cenere i dalmata diventano neri dal muso alla punta della coda. Chi li riconoscerebbe, adesso? Sembrano proprio dei Terranova… Ed è così che riescono a passare sotto il naso di Crudelia e a salire su un furgone diretto in città. Ma proprio quando stanno per farcela la neve scioglie il travestimento di alcuni cuccioli e… “Sono loro!” grida Crudelia. “Orazio!

Gaspare! Eccoli là, sul furgone! PRENDETELI!”

Il furgone parte e Crudelia lo insegue a tutta velocità con la sua automobile, mentre Gaspare e Orazio prendono una scorciatoia… ed è qui che ai dalmata finalmente capita un colpo di fortuna. Sì, perché per la fretta di raggiungerli Crudelia e i suoi complici si scontrano, finendo fuori strada. La malvagia signora ha avuto quello che meritava. E adesso che strilla furiosa e sconfitta in mezzo alla neve non fa più paura a nessuno.

Presto Pongo, Peggy e i cuccioli tornano a casa e fanno una magnifica sorpresa a Rudy e Anita. I due sono felicissimi di riabbracciare i loro cuccioli, sani e salvi! Nilla li spolvera allegramente, per togliere la cenere e contarli. Sì, ci sono tutti e quindici: Pizzy, Rolly, Penny, Lentiggine…ma con loro sono arrivati anche gli altri cuccioli rapiti da Crudelia. Contando Pongo e Peggy sono 101! Tantissimi! Troppi? Ma nemmeno per sogno… Rudy e Anita hanno già deciso: compreranno una casa più grande e li terranno con loro, tra coccole, baci e carezze.

FINE

BONUS

da scaricare e stampare 🙂

Che ne dici di leggere anche... :-)

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.