Filastrocche

Il primo giorno di scuola

Il primo giorno di scuola dalla finestra saluta la bidella, mentre il bidello apre il portone e le maestre entrano con il borsone. Più in là, qualche mamma, asciuga un lacrimone. Il sole é già entrato nell’ aula bianca: “Eh, sì, é davvero finita la vacanza!” Metto la penna nell’astuccio …

Leggi Tutto »

Filastrocca per l’inizio della scuola

In ogni inizio c’è un po’ di paura, un po’ di entusiasmo, un po’ di avventura. Un altro cielo dalla finestra, il nuovo sorriso della maestra. Un banco più alto su cui arrampicarsi, oceani di lettere in cui tuffarsi. Parole al circo da ammaestrare, amici e numeri su cui contare. …

Leggi Tutto »

Filastrocca di Ferragosto – Gianni Rodari

Filastrocca vola e va dal bambino rimasto in città. Chi va al mare ha vita serena e fa i castelli con la rena, chi va ai monti fa le scalate e prende la doccia alle cascate… E chi quattrini non ne ha? Solo, solo resta in città: si sdrai al …

Leggi Tutto »

Filastrocca d’Estate

Lucciole belle, venite da me; son principessa, son figlia di re. Ho trecce d’oro filato fino ho un usignolo che canta su un pino, una corona di nidi alle gronde, un ondeggiare leggero di fronde, un rivo garrulo, limpido, fresco, frutti sul mandorlo, frutti sul pesco. Ho veste verde di …

Leggi Tutto »

La canzone delle ciliegie

Il buon giugno ha maturato, coi suoi raggi d’oro puro, tutte rosse le ciliegie tra il fogliame verde scuro. Ora occhieggiano invitanti ragazzini e ragazzine. Rosse, nere, morettine, ciliegione e ciliegine. Con un paio di bei frutti io vi faccio gli orecchini, scintillanti, rossi e belli, come fossero rubini. Bimbi …

Leggi Tutto »

Filastrocca di Primavera

Filastrocca di primavera canta il merlo fino alla sera. Spunta di fretta un biancospino, il giorno arriva di buon mattino. Canta il vento tra i rami in fiore, Gli uccelli cantano il loro amore. La rondine torna da un caldo lido E sotto le tegole prepara il nido. Un piccolo …

Leggi Tutto »

Filastrocca di Gianni Rodari con gioco (labirinto) – Carnevale

Carnevale in filastrocca, con la maschera sulla bocca, con la maschera sugli occhi, con le toppe sui ginocchi: sono le toppe d’Arlecchino, vestito di carta, poverino. Pulcinella è grosso e bianco, e Pierrot fa il saltimbanco. Pantalon dei Bisognosi “Colombina,” dice, “mi sposi?” Gianduia lecca un cioccolatino e non ne …

Leggi Tutto »

Filastrocca di Gianni Rodari – Scherzi di Carnevale

Carnevale, ogni scherzo vale. Mi metterò una maschera da Pulcinella e dirò che ho inventato la mozzarella. Mi metterò una maschera da Pantalone, dirò che ogni mio sternuto vale un milione. Mi metterò una maschera da pagliaccio, per far credere a tutti che il sole è di ghiaccio. Mi metterò …

Leggi Tutto »

Carnevale vecchio e pazzo

Carnevale vecchio e pazzo s’è venduto il materasso per comprare pane e vino tarallucci1 e cotechino. E mangiando a crepapelle la montagna di frittelle gli è cresciuto un gran pancione che somiglia a un pallone. Beve e beve e all’improvviso gli diventa rosso il viso, poi gli scoppia anche la …

Leggi Tutto »