La grande avventura

Un giorno nella periferia di S. Diego (California) nel 2003, 4 amici di nome Nora, che era gentile, agile e intelligente, Giulia altrettanto gentile e sportiva, Marco, esperto in informatica e per ultimo, ma non poco importante, Antonio, che era gentile e (come diceva lui )un agente segreto, proprio per questo lo prendevano spesso in giro.

Un giorno al parco, mentre facevano un pic-nic, Nora e gli altri giocavano a nascondino. Nora, che si era nascosta dietro ad un albero venne rapita. Due ore dopo arrivò un video messaggio a Marco col quale chiedevano 5000$ di riscatto ma i genitori dei tre ragazzi non li lasciarono andare a cercare la loro amica perciò erano tutti tristi. Un giorno Antonio chiamò tutti a rapporto perché aveva un’idea geniale.

Quando arrivarono videro un uomo con abito scuro, occhiali scuri, cappello calato sugli occhi una vera “spia”… ma in realtà era suo nonno!. Antonio lo presentò ai suoi amici, e cominciarono ad organizzare un piano per ritrovare Nora. Seguirono delle tracce che solo un vecchio esperto come il nonno di Marco avrebbe saputo notare. Esse portavano ad una casa- Nella casa abbandonata, al pian terreno, trovarono Nora, tutta legata, e la liberarono immediatamente, ma improvvisamente si accese una luce, allora scapparono dalla finestra e riuscendo a portarla via con loro.

Poi 2 giorni dopo leggendo il giornale scoprirono che la banda che aveva rapito Nora era stata catturata e finalmente si sentirono sereni e felici e decisero di festeggiare tutti insieme con un bel PIZZAPARTY!!!!!!
E con il nonno di Marco, divenuto intanto il loro idolo.

Morale:
mai giudicare gli altri prima di conoscerli bene
Che ne dici di leggere anche... :-)

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.