L’inizio del giorno

Un vecchio maestro sapiente viveva solo su di una rupe. Un giorno vennero da molto lontano due giovani, avevano camminato tanto perché confidavano che il maestro potesse dare loro una risposta. Gli rivolsero questa domanda: “Maestro, quando finisce la notte e comincia il giorno?”

Il maestro rispose: “La risposta è nei vostri occhi.”

I due giovani pensarono di non aver osservato abbastanza bene il momento dell’alba, perciò decisero di passare la notte sotto le stelle per aspettare il giorno e trovare da soli la risposta.

Il buio stava fuggendo, sembrava arrivata l’ora in cui viene la luce.

Un raggio colpì una pecora. Il giovane percepì che in quel momento poteva distinguerla da ciò che era vicino.

Corsero dal maestro, lieti di portare la risposta: “Il giorno comincia quando puoi distinguere una pecora da una mucca…”

“No, no,… la risposta è nei vostri occhi !”

All’alba del giorno dopo cercarono di stare più attenti, di afferrare ogni dettaglio.

Il giovane scorse un albero di fichi, era il primo albero che poteva distinguere chiaramente; nel buio sembravano tutti uguali.

Andarono di nuovo dal maestro e dissero: “Maestro, il giorno comincia quando puoi distinguere un albero di fichi da uno di datteri.”

“No, miei cari, la risposta è nei vostri occhi..:”

Allora i due giovani piansero: “Maestro, dicci tu, quando sappiamo che non è più notte, ma è cominciato il giorno.”

Il maestro scese dalla rupe.   Lo aveva fatto raramente.   Li abbracciò. “Volete ancora sapere quando finisce la notte e comincia il giorno?

Quando riesci a vedere nel volto dell’altro tuo fratello non è più buio nel tuo cuore, ma è iniziata l’aurora di un nuovo giorno.”

RIFLESSIONE:

E’  l’alba del giorno nuovo.

Non c’è notte su cui non sorga il sole; è questo il senso del Natale.

Gesù è il sole di giustizia che illumina il mondo e dona agli uomini la novità di un tempo in cui ogni cosa si rinnova.

Check Also

La festa delle maschere

La festa delle maschere

C’era una volta, tanto tempo fa, una bambina di nome Francesca e il suo fratellino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.