Santa Elisabetta d’Ungheria

Santa Elisabetta d’Ungheria

Viveva come una principessa,
ma non pensava soltanto a se stessa.
Siccome i poveri voleva aiutare,
di nascosto portava loro da mangiare.

Suo marito era un ricco signore,
ma severo e un po’ duro di cuore.
A Elisabetta dispiaceva mentirgli,
ma che andava dai poveri non osava dirgli.

Così, quando lui usciva dal castello,
metteva dei pani dentro un cestello
e tutta sola li andava a portare
alle famiglie che voleva sfamare.

Ma un giorno il marito ritornò troppo presto
e vide Elisabetta che portava quel cesto.
Lei, spaventata, cominciò a tremare,
il marito, arrabbiato, si mise ad urlare.

“Non devi uscire da sola dal castello!
Che cosa nascondi sotto il mantello?”
Con gli occhi bassi Elisabetta rispose:
“Non arrabbiarti, sono solo rose”.

“Ah è così? Voglio proprio vedere:
mostrami cosa c’è dentro il paniere”.
A Elisabetta batteva forte il cuore,
ma chiese aiuto a Nostro Signore.

Quando aprì il cesto sotto il mantello
accadde un miracolo davvero assai bello:
al posto del pane per le persone affamate
c’erano tante rose rosse profumate.

Check Also

Filastrocca di Capodanno

Bim, bum, bam!Tutti insieme ritorniam siamo tanti, ci inseguiamo, se ci aspetti ce ne andiamo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.