Poesie e filastrocche d’autunno

Autunno

Cadono le foglie spinte dal vento,
le guarda il bambino ed è contento
di questo ballo improvvisato
che le adagia piano sul prato.
Corre il bambino e le raccoglie ,
può finalmente toccare le foglie:
gialle, rossicce ed arancione ,
sono i colori di questa stagione.
Ecco l’autunno è ritornato!
Lo dicono le foglie, gli alberi, il prato.

Autunno

Quando la terra
comincia a dormire
sotto una coperta
di foglie leggere,
Quando gli uccelli
non cantano niente.
Quando di ombrelli
fiorisce la gente
quando si sente
tossire qualcuno
quando un bambino
diventa un alunno.
Ecco l’autunno!

Il vento

Sentila soffia, sentila sbuffa: dolce ti graffia,
un’aria buffa.
Senti che voce, senti che fiato, vento veloce, vento fatato.
Senti carezza, senti spintone, aria di brezza, vento burlone.

Filastrocca dell’autunno

Un, due, tre
c’è l’ autunno qui da me!
Già da un po’ è arrivato,
tutto quanto colorato.
Porta mele, la castagna
che troviamo su in montagna.
Porta pere, uva, mosto
e allegria in ogni posto.
Porta foglie spinte dal vento
che in autunno è assai contento
di far volare nubi e cappelli
e di aiutar nel volo gli uccelli.
Porta anche libri e cartella
e la maestra GABRIELLA
e i bambini son felici
di ritrovar tutti gli AMICI !!!!!!!!!

Check Also

Filastrocca di Capodanno

Bim, bum, bam!Tutti insieme ritorniam siamo tanti, ci inseguiamo, se ci aspetti ce ne andiamo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.