Filastrocca di Novembre

Io son Novembre che porta la bruma,
spacca la legna e il giorno consuma,
ammazzo l’oche, spoglio le fronde,
porto acqua ai fossi e la neve al monte.

Io piango i Morti finché san Martino
porta l’estate e la botte del vino;
santa Caterina di neve imbianca
e a sant’Andrea il gelo non manca.

Check Also

Filastrocca – Stelle Guida: Il Viaggio dei Re Magi

Giorno di stelle scintillanti, nel cielo splende il firmamento,tre Re seguono il cammino, verso il …