La filastrocca di Mimi

Una piccola stella marina si era arenata su di una spiaggia e non riusciva più a rientrare in acqua. Stava quasi soffocando quando due manine la raccolsero e la misero in un piccolo secchiello di plastica contenente un po’ d’acqua di mare. La piccola stellina si sentì subito meglio, tossi un po’, fece un paio di starnuti, si stiracchiò le 5 punte per riattivare la circolazione e, molto riconoscente, chiese al piccolo bambino che l’aveva salvata:

“Ciao, io sono Stella detta Marina, qual è il tuo nome bella bambina?”

“Non sono una bambina, io sono Mimi, mi piacciono tanto il mare e i suoi delfini! Vorrei toccarli, ma, non so come fare, sono troppo piccolo e non so ancora nuotare.”

Riprese la stellina: “Stai tranquillo, qui c’è Marina, portami in riva al mare… vedrai… te li farò toccare!”

Il bimbo la portò e arrivata all’acqua Stella Marina chiese ad Ombretta un’onda birichina: “Se tu ci fai da barca e ci porti a Balù, il mio amico Mimi vedrà tanti delfini… facci questo favore, amica cara Ombretta e non ti pentirai… faremo molto in fretta”.

L’onda si ripiegò formando una barchetta e mise dentro Stella, il bimbo e una trombetta. Durante quel tragitto, Mimi si divertiva… salutava i gabbiani e i pesci in comitiva.

Suonava la trombetta e diceva ad Ombretta: “Nessuno, mai nessuno mi aveva fatto ciò” e ridendo felice a Balù lui approdò.

C’erano dei delfini sia grandi, sia piccini, giocavano, saltavano, andavano su e giù e gridavano a Mimi: “Benvenuto a Balù. Saltaci dunque in groppa, vieni a giocare con noi, vedremo sui fondali i pesci fare i cow boys, giocare con i coralli che sono bianchi e gialli.

Ci sono pesciolini a strisce rosse e blu e c’è lo squalo argento che è amico di Balù. A sera poi c’è il sole che se ne va a dormire e allora le conchiglie si vanno a divertire. Si lucidano il guscio fino a farlo madreperla. e poi vanno sull’isola e si stendono su l’erba; là cantano e poi ballano e fanno dei falò e poi quando sono stanche, tornano in pedalò. Il sole in fondo al mare si rifletteva d’oro e faceva cangiante la sabbia sottostante.

E quando poi contento Mimi a casa tornò raccontò tutto a mamma e poi si mise a nanna. Aveva visto un mondo bellissimo più in fondo, l’aveva visto bene non solo alla tv, ma lui con la stellina era stato a Balù: In quel pezzo di mare che piace ai delfini che ora sono amici del nostro Mimi.

Che ne dici di leggere anche... :-)

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.