Tony Wolf – La Foresta degli Gnomi

«Guarda! Ma che cos’è quello?»

«Dove?»

«Lì, sulla riva del ruscello, tra l’erba!»

«Oh, ma è uno scoiattolo! Sta male, poveretto!»

«Vieni, corriamo!»

«Sì, sì, andiamo, presto!»

Chi sta parlando? Sono due gnomi: eccoli, ora corrono verso il ruscello, dove giace lo Scoiattolo, tutto inzuppato e con il pancino bianco all’insù.

«Basta, mi state facendo il solletico!»

Gli gnomi si chinano su di lui e uno dei due lo visita e poi esclama: «Ha rischiato di annegare!».

«Su, dobbiamo farlo rinvenire!» dice l’altro.

Gli gnomi s’affaccendano attorno allo Scoiattolo; uno gli alza e gli abbassa le braccia (cioè le zampette anteriori, si capisce!), l’altro gli preme sul petto, e vanno avanti così fino a quando lo Scoiattolo fa “Blup blup! Blup blup!” e apre gli occhi.

«Evviva!» gridano gli gnomi. «Ce l’abbiamo fatta!»

«Blup blup blup!»

«Sai dire solo questo? Chi sei? Da dove vieni? Perché sei ridotto così?»

Lo Scoiattolo scuote la testa, si mette a sedere e dice: «Oh, chi sono? Chi siete voi, piuttosto, con quelle barbe e i berretti rossi! Be’… chi siete?».

«Siamo gnomi – rispondono i due – e abitiamo qui, nella zona alta della foresta. E tu da dove arrivi? Non ti abbiamo mai visto da queste parti!»

«Oh, gnomi, che siete stati così buoni a salvarmi… aiutate i miei amici!»

«I tuoi amici? E chi sono?»

Lo Scoiattolo allora racconta come tutti gli animaletti del bosco, per sfuggire all’inondazione, si siano messi in viaggio verso la zona alta della foresta. «Mi hanno mandato avanti a esplorare la zona, ma un mulinello mi ha preso, la mia barchetta si è rovesciata e se non fosse stato per voi… brrr!» continua.

«Non avere più paura! Andiamo piuttosto a cercare i tuoi amici!» dice uno degli gnomi. E l’altro aggiunge: «Sì, vado a prendere una barca e vi raggiungo!».

Poco dopo, gli gnomi e lo Scoiattolo arrivano sotto un grande abete che, fino al giorno prima, era quasi del tutto sommerso dall’acqua; per questo tra i suoi rami si erano impigliate molte delle imbarcazioni degli animali del bosco: scatole, cassette, nidi… E ora che l’acqua si è abbassata, imbarcazioni e animaletti sono rimasti lassù.

«Scendete, su, non abbiate paura, ora siete salvi!» gridano gli gnomi.

«E voi chi siete? Dove siamo?» chiede qualcuno dall’alto.

«Siamo gnomi: siete arrivati nel nostro paese. Forza, venite!»

«Che dite? Ci sarà da fidarsi?» si chiedono le Sorelle Topine.

«Io dico di sì» risponde il Riccio.

Lo Scoiattolo, di nuovo vispo, con un salto arriva sull’albero e grida: «Sono amici, mi hanno salvato! Ehi! Che fate ancora là? Scendete!».

Finalmente rassicurati, gli animali iniziano a scendere dall’abete, calandosi con corde o con lenzuola annodate, mentre i ranocchi si preparano a tuffarsi. D’un tratto uno degli gnomi chiede: «Ehi! Ma di chi è questo cappello?».

«È del Corvo!» risponde il Topo Nero. «Che sia annegato?»

«Corvo, Corvo, dove sei?» gridano tutti.

Ma nessuno risponde. La Tartaruga allora esclama: «Ho capito! Il Corvo ha perso il cappello e si è nascosto per non far vedere che ha la testa pelata!». Scoppia una risata generale: l’unico a non ridere è il Ghiro, che continua tranquillamente a russare. “Tanto – ha pensato prima di addormentarsi – io ho il salvagente…”

Alla fine tutti, pieni di fiducia, scendono e ringraziano i loro salvatori.

«Caricate tutto sulla nostra barca e salite!» dicono gli gnomi.

Intanto dal loro villaggio arrivano altre barche con altri gnomi e a poco a poco tutti gli animali del bosco vengono portati in salvo. Ancora un attimo e raggiungeranno la terraferma: la loro nuova casa.

«Chissà se gli gnomi coltivano carote» si chiede il Coniglio.

Tratto da: Gnomi (I classici di Tony Wolf)

Lo gnomo Gladiolo e lo gnomo Mago, lo Scoiattolo, la Tartaruga, il Corvo e tanti amici animali sono i protagonisti delle divertenti storie di Peter Holeinone illustrate da Tony Wolf.
Piccole fiabe da leggere, raccontare o semplicemente sfogliare per fare amicizia con tanti simpatici personaggi e vivere con loro divertenti avventure.
Età di lettura: da 5 anni.

Che ne dici di leggere anche... :-)

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.