Mito sulle origini della pianta del Guarana

Questo racconto sulle origini della pianta del guarana viene tramandato presso diverse etnie amazzoniche. Di seguito la versione dei Sateré-Mawé del Brasile.

Molti anni fa, nella profonda giungla brasiliana vivevano due indios, un uomo e sua moglie. Erano la coppia più felice della tribù. Erano amati dalla loro tribù e lavoravano duro per il benessere di tutti. Ma avevano una grande infelicità: non avevano figli.

Il grande dio Tupă ebbe pietà di loro, e diede loro un bel figlio. Il suo dono rese la coppia ancora più felice, più rispettata e lavoravano ancor più di prima. Il loro figlio crebbe e divenne uno dei migliori uomini della tribù. Era fra i più forti e i più intelligenti, bravo con l’arco e freccia e il miglior perlustratore della tribù. Era ammirato da tutti poiché il suo cuore era pieno di buona volontà. Quando non era fuori ad apprendere i segreti della giungla, assisteva sua madre nei doveri quotidiani. Aiutava suo padre a pescare e cacciare, sebbene non gli piacesse uccidere gli animali, ad eccezione di quando la tribù richiedeva del cibo. Il ragazzo presto apprese quasi ogni cosa sulla giungla amazzonica. Membri della sua tribù giuravano ch’egli poteva parlare con le scimmie, cantare con gli uccelli della foresta, e persino ingannare i serpenti. Conosceva tutto dei costumi degli animali, meglio di qualunque altro ragazzo della tribù.

C’era solo una cosa che non aveva mai appreso. Il ragazzo non aveva mai appreso sul Jurupari, lo spirito cattivo che si nascondeva nel cuore della giungla. Infatti, non poteva apprendere molto del Jurupari, perché gli anziani ritenevano ch’egli fosse ancora troppo giovane per ascoltare siffatti terribili racconti.

Continua a leggere il racconto sul sito di Giorgio Samorini.

Ascolta il testo del racconto

Ascolta “Speciale Elikya: Favola dal Brasile: Mito sulle origini della pianta del Guarana” su Spreaker.

Check Also

La leggenda dell’Aquila e del Falco (Favola Sioux)

Un giorno Toro Bravo e Nube Azzurra giunsero tenendosi per mano alla tenda del vecchio …