Meno cinque, quattro, tre…

Entrai nella Topollo 6, presi posto sul sedile e mi allacciai le cinture.

Io cercai di restare calmo in quella posizione tremenda, mentre gli esperti completavano gli ultimi controlli prima del lancio, ma dopo un’ora iniziarono a frullarmi i baffi per lo stress.

Dopo due ore il mio stomaco iniziò a ballare la samba, mentre le ginocchia battevano il tempo come nacchere.

Dopo tre ore ero completamente schizzato, con i baffi a zig zag e il cuore che batteva all’impazzata.

Per mille mozzarelle, quelle tre ore furono le più lunghe della mia vita!

Finalmente, dalla base, il Grande Capo ordinò: – Equipaggio, chiudere e bloccare le visiere dei caschi! Attivare i sistemi di accensione! Accensione… Lancio!

Ci fu un grande boato, l’accelerazione ci schiacciò contro i sedili e io strillai: – Aiuto, voglio scendereeeeeeee!

Zero Zero Kappa, imperturbabile, sollevò il sopracciglio sinistro e disse: – Spiacente, Zero Zero G, la prossima fermata sarà alla fine della missione (sempre che non sia anche la nostra fine!).

G. Stilton, S.O.S. c’è un topo nello spazio!, Piemme

Il malvagio professor Mu torna a minacciare Topazia con le sue ingegnose quanto terribili invenzioni.
Per sventare il suo nuovo piano di conquista della città, Geronimo viene convocato dai Servizi Segreti Topeschi e dovrà affrontare un viaggio davvero mozzafiato… nello spazio!
Età di lettura: da 7 anni.
Che ne dici di leggere anche... :-)

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.