Il mendicante e il re

Si racconta di un abate che, quando veniva criticato, era solito scrivere il nome del monaco su un foglietto e lo metteva nel cassetto.

In tal modo si ricordava che doveva contraccambiare il giudizio poco benevolo con una cortesia.

Si narra ancora di un mendicante che un giorno s’imbattè nel re, seduto su un cocchio dorato.

Con sua meraviglia e sorpresa, il re lo guardò e gli tese la mano, chiedendo l’elemosina.

Meravigliato, il mendicante frugò nella sua bisaccia ed estrasse un chicco di riso, il più piccolo che era riuscito a trovare.

Alla sera, quando svuotò la bisaccia trovò il piccolo chicco trasformato in pepita d’oro. Si rammaricò.

Se avesse donato tutto il suo riso, sarebbe diventato ricco.

Check Also

la primavera in fattoria

La Primavera alla Fattoria

C’era una volta una graziosa fattoria di campagna circondata da verdi colline e campi fioriti. …