La volpe che aveva una tonnellata di cervelli

Un giorno una volpe chiese a un porcospino:

– Quanti cervelli hai?

– Uno, – rispose il porcospino, – e tu?

– Oh, io ne ho una tonnellata, – fece vanagloriosamente la volpe.

– Non ti credo, – rispose il porcospino, – devi giurarlo in un luogo magico.

– Un luogo magico? – fece la volpe impressionata ma non osò rifiutarsi. Il porcospino condusse la volpe presso una trappola che era stata nascosta bosco dai cacciatori e disse:

– Questo è un luogo magico, metti qui la tua zampa e giura.

La volpe salì sulla tagliola, la tagliola scattò e la volpe rimase presa.

– Aiutami, come posso liberarmi di qui? – essa piangeva.

– Che ne so? – replicò il porcospino. – Posseggo solo un cervello, io. Pensaci tu che hai una tonnellata di cervelli.

– Credo che questo luogo magico m’abbia punita delle mie vanterie, – disse la volpe. – Ti prego, aiutami, fratello porcospino, e dimmi cosa posso fare per uscire da questa trappola!

Allora il porcospino disse:

– Quando viene il cacciatore, fingi d’esser morta. Ti colpirà con un bastone, ma tu non muoverti. Allora ti leverà dalla trappola e ti deporrà al suolo: a questo punto potrai scappare.

La volpe seguì il consiglio del porcospino: il cacciatore venne, colpì con un bastone la volpe, e vedendo che non si muoveva la tolse dalla trappola. Poi la posò per terra e si era appena girato che la volpe schizzò via.

E potete esser sicuri che da allora la volpe non sì è più vantata di avere una tonnellata di cervelli!

Check Also

Il riso e le bacchette

Un Mandarino cinese aveva vissuto tutta la vita secondo principi di onestà, lealtà e giustizia. …